Un aspetto su cui occorre approfondire, riguarda sicuramente l’abilità ed il modo, con cui Bruce Lee costruì il suo corpo.

Molte persone, tra cui molti atleti, si sono ispirati a Bruce Lee, in virtù non solo del suo essere un atleta marziale eccezionale, ma come modello di abilità fisiche fuori dal comune.

Alcuni maestri di Arti Marziali, hanno sempre sostenuto che nessuno poteva raggiungere risultati simili a quelli di Bruce Lee, perchè nessuno di noi era stato dotato da madre natura o dalla genetica, di tali fortune. In realtà questo discorso, va contro il principio e la filosofia che Bruce ha sempre cercato di trasmettere a tutti i suoi allievi e a chi, semplicemente, chiedeva di migliorarsi.

Ognuno di noi, ha delle qualità e delle potenzialità, che può sfruttare per diventare una persona migliore, sia come atleta, sia in genere nella vita ed è quello che sostanzialmente fece Bruce Lee. Il corpo fantastico che possedeva, non era stato dotato da madre natura, ma fu il risultato di un lungo e duro lavoro minuzioso, attento, accompagnato da uno spirito, potremmo dire, guerriero.

Questo ragazzi miei, ci fa comprendere la natura dell’essere umano.

Ogni essere umano ha di per sè, qualità che può sviluppare e migliorare, ma solo se ha la forza di volontà per farlo.

Bruce Lee creò con gli anni di, programmi di allenamento sempre più efficaci, indirizzati ad ottenere il miglior risultato, senza sprecare neanche un solo istante del suo tempo.

Era molto sciolto ed elastico, grazie al suo programma speciale e continuo, di stretching, di sollevamento pesi e di altri strumenti che utilizzava per migliorare le sue qualità di lottatore e di Artista.

Come Bruce Lee stesso disse: “Molti non ci crederanno, ma io ho trascorso ore a perfezionare ogni cosa che facevo”. Ed è proprio così. Bruce si allenava sempre in modo incrociato, cioè lavorava sulla forza mediante un programma speciale con i pesi, alternando esercizi mirati al miglioramento della flessibilità, aumentando il range di movimento. Inoltre, ogni giorno, lavorava sul suo sistema cardiovascolare mediante jogging e programmi a circuiti. È stato il primo ad usare per i suoi allenamenti, i tre grandi pilastri del fitness.

Per approfondire le conoscenze sull’abilità fisica di Bruce Lee, consiglio vivamente la lettura del libro: “La perfezione del corpo” di Edizioni Mediteranee. È un libro ricchissimo di spunti su come Bruce abbia sviluppato la sua leggendaria potenza, i programmi di allenamento e tanto altro. Questo vi darà un resoconto molto dettagliato sull’atleta e sull’artista marziale.

Ovviamente la conoscenza di tale libro non vi darà l’apriti sesamo del fitness. Solo mediante gli studi su voi stessi, riuscirete a trovare il metodo migliore che vi permetterà di progredire nella giusta direzione. Bisogna essere disposti a lavorare sodo per poter esprimere voi stessi al massimo.

E sono sicuro che ognuno di noi, può riuscirci.

Luigi Clemente